Udruzenje: un aiuto per chi resta

Il progetto Daily integration center Intergreat, a Sarajevo, accompagna i richiedenti asilo che si fermano in Bosnia ed Erzegovina verso l'autonomia

Luogo: Sarajevo

Nome: Udruzenje – InterGREAT

Sanela nel suo centro si occupa di richiedenti asilo in Bosnia ed Erzegovina. La missione è aiutarli nella strada dell’autonomia (ci dice: “La priorità non è dare cibo”). Sono quattro le persone che collaborano con lei nel centro: un avvocato, un maestro, due psicologi. L’intervento si struttura in tre ambiti. Una “prima assistenza” in cui vengono forniti materiale per l’igiene, assistenza medica, supporto psicologico, servizio di traduzione, assistenza legale. A cui si aggiunge un programma di integrazione con corsi di lingua inglese e bosniaco, corsi di formazione professionalizzanti, workshop, assistenza nella ricerca lavoro e alcune azioni dedicate all’integrazione sociale. Attività sociali e culturali, sport, cucina, corsi di fotografia, public appearance e molto altro.

Ci sono anche spazi di coworking e co-living oltre a quello dedicato all’accoglienza di richiedenti asilo, per potersi sostenere economicamente. Il desiderio di Sanela è di collegare accoglienza e turismo: se qualcuno vuole venire a visitare Sarajevo, può venire e pagare affittando una camera e così sostenere il progetto. Inoltre le persone accolte possono organizzare (dopo aver seguito un percorso formativo) dei piccoli tour turistici per Sarajevo. È un programma pilota, poiché non esiste un sistema di accoglienza diffuso bosniaco. Segue una appassionata discussione su come sarebbe importante far diventare questo progetto un esempio e una spinta per le istituzioni bosniache. Ci confrontiamo anche in merito all’organizzazione della visita a Sarajevo dei sindaci bresciani sulla rotta balcanica. La sua disponibilità è totale, motivata da una valutazione positiva dell’iniziativa, un’occasione di confronto tra diversi soggetti per allacciare nuove e proficue relazioni.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email

Newsletter

Per rimanere aggiornato su ciò che facciamo